10 Andora-Torrazza

10 Andora-Torrazza10 Andora - Torrazza
(GPS) 10 Andora – Torrazza
(Google Earth) 10 Andora-Torrazza

10° – ANDORA – TORRAZZA 30,500km – Tempo: 8,00 h – Difficoltà: medio alta

Si parte dalla chiesa di San Giovanni di Andora, segnavia un rombo rosso pieno, attraversando il cancello sul lato destro della chiesa di San Giovanni si prende la mulattiera in salita che porta alle case della frazione Canussi. Il sentiero che attraversa e s’inerpica nel bosco è ben visibile e i segnavia sono frequenti, è immerso in un tipico bosco di vegetazione mediterranea ligure, ricco di querce, lecci, pini, con sottobosco di timo, ginestra e cisto. Il sentiero è caratterizzato da ampi tratti di selciato medioevale a dimostrazione di essere stato una via importante di comunicazione tra la valle di Andora e la Valle del Dianese. Si raggiunge la sommità di Passo Chiappa 365slm su un quadrivia segnalato da pannelli in legno, svoltando a sinistra si prende la direzione per Cervo, (*) proseguendo diritti si prende il sentiero per Chiappa. Da questo punto inizia il percorso con segnavia Freccia Gialla bidirezionale della Provincia di Imperia, si segue tuttavia anche il segnavia rombo rosso pieno. Il sentiero ora segue il crinale con leggera discesa verso sud dove compare sulla destra il golfo Dianese e il paese di Chiappa e sulla sinistra si gode il panorama che comprende in lontananza la costa di Albenga, l’isola Gallinara e tutta la costa del golfo di Andora con il suo castello e il borgo medioevale. Si raggiunge dopo 1800m circa una grossa cisterna in pietra, si prosegue diritti in discesa e dopo 250m alla biforcazione si prende lo sterrato con indicazione Cervo sulla sx della strada asfaltata e ci si avvia sul crinale verso le antenne, proseguiamo diritti in piano e dopo 100m si prende il sentiero sulla dx con segnavia “ fiore rosa in campo verde”; il sentiero è ben tracciato, sempre in discesa con imprendibile vista sul golfo di Diano e Cervo; si raggiunge la strada sterrata immersa nei pini. Si lascia il versante di Andora per avviarci su quello di Cervo, sulla dx del sentiero ci accompagna per un tratto il tubo dell’acquedotto, dopo poco si lascia la strada bianca e si svolta a dx su un sentiero con segnalata la direzione Cervo, passiamo davanti a due postazioni in cemento armato per cacciatori, si incontra il primo oliveto a dx del sentiero e ci immettiamo nuovamente dopo300m circa sulla strada sterrata che seguiamo verso dx in discesa. Da questo momento il segnavia è bianco-rosso con quadrato giallo vuoto; dopo vari tornanti nella pineta, superata una sosta attrezzata sulla sx, si prosegue superando una rara e ben tenuta abitazione degli antichi Liguri (supenna), si procede su strada cementata che ci permette di superare su un ponticello il rio per giungere in salita ad un parcheggio che sovrasta il paese. Si svolta a sinistra e si raggiunge il borgo antico di Cervo attraversando la Porta del Paese, siamo in Piazza Castello dove si può visitate il Museo Etnografico che si trova nel Castello Medioevale. Si prende Via Cavour e si scende passando Piazza Alassio verso Piazza Dei Corallini dove sorge la bellissima Chiesa di S. Giovanni Battista e dove si può ammirare un panorama da mozzafiato. Si scende ancora Via Sandor Vegh, Via Salita al Castello, fino a prendere Via S. Nicola che conduce, passando un piccolo Rio alla Chiesa di S. Nicola posta a fianco del cimitero di Cervo, proseguendo sulla medesima via, raggiunto il n. 12 si svolta a sinistra e subito dopo al bivio girare a destra, si costeggia il campo sportivo e si gira sinistra per superare il Torrente Steria; siamo nel Comune Di San Bartolomeo. Seguire Via dello Spuntone e allo stop girare a sinistra per Via XX Settembre numero civico 30 ( ); al successivo stop girare sinistra e prendere Via Roma; raggiunta la rotonda con un pino marittimo svoltare a sinistra e seguire le indicazioni per Via Cesare Battisti; al bivio ignorare l’indicazione Poiolo proseguire diritti per Via Burmanno, passato l’arco svoltare a sx e scendere per una scalinata in Piazza della Rovere dove si trova il Santuario della Madonna Miracolosa della Rovere: questo luogo si ritiene, per via dei ritrovamenti Romani nei pressi del Santuario, che sia il Locus Bormani. Prendere Via F. Traversa, poi girare sulla destra per Strada della Rondine, svoltare a sinistra su un ponticello e proseguire in Via Gombi San Siro, girare a sinistra in Via Giaiette girare subito a destra in Via Torrente dove si possono vedere i resti della Chiesa di S. Siro del X sec.. Poco più avanti al bivio girare a sx e seguire Via Rossini per un centinaio di metri, poi girare a dx per attraversare il torrente S. Pietro su guado asfaltato. Al successivo stop tenere la dx e seguire Via All’Isola; allo stop proseguire diritti per Via Diano S. Pietro; raggiunta la rotonda procedere diritti in Via Diano Calderina per circa 250m., poi si svolta a dx per Via Ponte Romano si supera il ponte e si attraversa una strada asfaltata per prendere un sentiero acciottolato che porta tra uliveti a Diano Calderina. Si prosegue a dx in Via San Giacomo e si raggiunge la chiesa di San Giacomo del XV secolo, (ospitalità); si passa l’arco tra la chiesa e la canonica e per sentiero si raggiunge il cimitero di Diano Calderina; arrivati al piazzale si svolta a sx in discesa per raggiungere la carrozzabile, si attraversa e su piccolo sentiero si taglia il tornante, si raggiunge e si attraversa la carrozzabile per riprendere il sentiero in salita, si raggiunge la strada asfaltata, si prosegue a destra e si supera il cimitero, si prosegue in Via A. Ramella arrivando in Piazza Sant’Anna sul sagrato della chiesa di Diano Serreta; si prosegue nei vicoli del piccolo borgo e svoltando in discesa a sinistra si raggiunge la carrozzabile Serreta-Imperia. S prosegue verso ovest e si raggiunge il Borgo di Diano Gorleri, al bivio si svolta in salita a destra con indicazione Cimitero, percorsi circa 100m svoltare a sinistra su sentiero che permette di tagliare diversi tornanti, ripresa la carrozzabile svoltare a sinistra e al bivio continuare sulla destra in discesa sulla strada principale Via Fanny Roncati Carli tra oliveti fino a raggiungere la chiesa di S. Luca. Rraggiunta la chiesa per evitare il tornante si passa sul sagrato della chiesa e si prende la gradinata, percorsi circa 50m troviamo sulla destra la stradella che attraversa il piccolo nucleo antico, poi si svolta a destra , si attraversa la strada e si prosegue diritti inVia Casarini in discesa, la percorriamo e poi svoltiamo a sinistra in Via Gozzano che inizia come scalinata cementata, al termine della scalinata svoltare a sinistra sulla carrozzabile, ancora svoltare a destra su Via Costamagna, si giunge e si supera il campo sportivo, si attraversa Via XXV Aprile si imbocca Via Ugo Foscolo, si attraversa Via Garessio, e si prende Via Angelo Poliziano, svoltiamo a destra e 50 metri più avanti si svolta in Via Sacra Famiglia e si raggiunge la chiesa dove Don Paolo offre ospitalità. Si svolta a destra, superata la sede della polizia municipale si svolta a sinistra poi a destra e percorriamo la strada che segue l’argine del fiume. Percorsi 300m si svolta a sinistra e si attraversa il torrente Impero poi si svolta a destra e dopo 50m circa si prende a sinistra Via Calvi in salita su scalinata cementata nel rione Barcheto dove sorge la piccola chiesa di San Giacomo., raggiunto il numero civico 20, (per chi vuole visitare la Chiesina svoltare a sinistra dopo 100m) dove sulla destra c’è una fontana d’acqua potabile, saliamo e troviamo un lavatoio che superiamo; si procede ancora in salita e al primo bivio si svolta a sinistra, la mulattiera si ristringe, poi torna cementata e raggiunge Strada dei Francesi, si prosegue tenendo la destra in salita fino a congiungerci con la carrozzabile per Sant’Agata (nei pressi dell’omonimo frantoio). La carrozzabile sale per 50m poi si lascia sulla sinistra prendendo Via Fontana Rosa in salita, con ampie vedute sulla città di Imperia Oneglia. Subito dopo il numero civico 8, svoltare a destra dove diparte una mulattiera gradinata e cementata che subito dopo si restringe in un sentiero che in breve permette di raggiungere il colle dei Bardellini nei pressi dell’ omonima azienda agricola, (**) ora si può ammirare la valle di Imperia Porto Maurizio, si prosegue a destra fino a raggiungere una villa con numero civico 65 per svoltare in salita a destra. Poco più avanti sulla destra si può ammirare una tipica costruzione in pietra a secco usata in tempi lontani per riparo dei pastori chiamata (supenna); subito dopo si scorge sulla destra in basso il paese di Sant’Agata e poco dopo ci si trova sul bivio per il Santuario di Montegrazie in Via Nostra Signora Delle Grazie; proseguire diritti in leggera discesa sempre su strada asfaltata: magnifica camminata fra gli oliveti, tipico paesaggio ligure, e vista aerea su tutta la valle in lontananza con imprevista e suggestiva vista del Santuario. Sul piazzale del santuario c’è una fontana e un ristorante. Si prende il sentiero sulla sinistra a tratti acciottolato che parte tra il ristorante e l’abside della chiesa in marcata discesa, la mulattiera sfocia su strada bianca in discesa, giunti al bivio con un grande albero di ulivo, prendere strada Ciosa, inizialmente sterrata, poi asfaltata che scende sulla destra, lungo strada al n° civico 108 Villa Mimosa ha molti simboli del Cammino; si scende fino ad arrivare allo stabilimento Strescino ( ) e all’incrocio si curva a destra per raggiungere il Borgo antico di Caramagna. Ci s’inoltra nel paese, si oltrepassa la Chiesa e si svolta a sinistra in “Via Della Chiesa” per oltrepassare il Torrente Caramagna a guado (In caso di pioggia il guado non è praticabile, si procederà perciò verso il ponte stradale di Caramagna girando a sinistra sul bivio nei pressi della fabbrica Strascino) raggiunta la strada asfaltata attraversarla e immettersi sul sentiero di fronte in parte acciottolato che raggiunge il crinale di Bastera. Svoltare a destra e dopo 250m circa svoltare a sinistra in Strada Coppi Rossi, dopo 50m circa svoltare a destra, fatti circa 150m proseguire a destra su sentiero antico per raggiungere in discesa la piccola chiesetta di San Martino, si oltrepassa il ponte medioevale e si prende Via Fontana, siamo a Clavi (fontana). Si raggiunge la carrozzabile, si attraversa e si sale verso il paese di Torrazza, dopo un tornane diparte una mulattiera acciottolata che conduce alla chiesa medioevale di San Giorgio dove Padre Maria Giorgio dà ospitalità.

Variante: Chiappa
(*) Giunti a Passo Chiappa proseguire diritti in discesa in direzione Chiappa su sentiero (segnavia: triangolo e due pallini rossi) acciottolato, dopo 300m circa si giunge alla Fonte Romana; si prosegue su strada sterrata e dopo 900m circa si svolta sinistra in Via Ca’ dei Mai, si supera la fermata del Bus e subito dopo si prosegue sulla sinistra nel carrugio passando sotto un arco, poi si svolta a sinistra in discesa in Via Julia Augusta che attraversa in vari tratti il piccolo borgo, si giunge al Pilone Miliare romano, poi si arriva davanti alla chiesa di San Mauro e Giacomo, si continua diritti e tramite una scalinata si raggiunge il piazzale delle feste, si attraversa la carrozzabile e si prende l’antico sentiero acciottolato che tagliando diversi tornanti arriva al borgo di San Simone. Si supera la piccola chiesa e si continua su acciottolato fino a giungere svoltando a sinistra in Via Richeri; subito dopo si svolta a destra e allo Stop si prosegue in Via San Simone, giunti in fondo si svolta a sinistra, si giunge al ponte sul torrente Steria, si attraversa poi si svolta a sinistra in Via Faraldi; dopo 800m circa si giunge presso il Comune di San Bartolomeo al mare, si svolta a sinistra in Via XX Settembre che si percorre per 200m circa per giungere al n° civico 30.( )

Variante: Artallo Cantalupo 3km più corta.
(**) Arrivati sul piazzale dell’Agriturismo Colle dei Bardellini si svolta a destra e subito dopo a sinistra in discesa, dopo 700 metri circa al bivio con indicazione Cason della Guardia proseguire a destra in discesa si giunge dopo 600 m al bivio nei pressi una casa bianca dove si svolta a destra in leggera salita e subito dopo a sinistra in Via Steva che porta nel nucleo antico di Artallo; si prosegue diritti su scalinata cementata in Via Tommaso Ricci, si attraversa il ponte e dopo 400m circa si svolta a dx e si sale per 100m, si svolta a dx in Via Montegrazie, percorsi 200metri circa al bivio svoltare a dx in Via Cantalupo; giunti al bivio con Via Du Vicco si prosegue a sinistra sempre in Via Bruno su strada parzialmente cementata, dopo 200 metri circa superata una casa abbandonata si svolta a sinistra su sentiero cementato poi acciottolato che giunge ai Ricci nel paese di Cantalupo; si prosegue in discesa su scalinata cementata, si supera l’oratorio di San Giacomo e dopo 100 metri circa sulla destra una scalinata cementata porta su una curva a gomito, si prosegue in salita, si supera la chiesa parrocchiale e si prosegue in leggera salita in Via Umberto I, poi si continua a sinistra sul sentiero scalinato Strada Colle, arrivati su strada cementata dopo 100 metri circa si prosegue a destra su sentiero in discesa in parte cementato in parte sterrato; l’ultimo tratto è su scalini cementati, arrivati sulla strada comunale svoltare a sx e dopo 50 m circa svoltare a dx in Strada Ramone e subito dopo a sx si percorrono circa 150m. , si arriva dalle scuole, si svolta a sx in via Caramagna e dopo 200m circa si riprende in il tracciato per il piccolo borgo di Caramagna

Ospitalità:

Diano Calderina: Chiesa di S. Giacomo (R) – obbligo di preavviso e di Credenziale – referente Don Luca – tel. +393332330291- 8 posti – essere muniti di sacco a pelo – servizi e doccia – uso cucina – donativo.
Imperia Oneglia: Chiesa Sacra Famiglia (R) – Via sacra Famiglia – obbligo di preavviso e di Credenziale – referente Don Paolo – cell.. +393474272288 – 3 posti – essere muniti di sacco a pelo – servizi, doccia – donativo.
Montegrazie: Santuario N.S. delle Grazie (R) – Via delle Scuole, 12 – obbligo di preavviso e di Credenziale – referente Don Paul – tel. +39018369305 cell. +393428672773 paulkerner@gmail.com – 3 posti – essere muniti di sacco a pelo – servizi e doccia – donativo.
Torrazza: Canonica S. Giorgio (R) – obbligo di preavviso e di Credenziale – referente Padre Giorgiomaria Michero – tel +390183780005 ore pasti – 8 posti – essere muniti di dormiben e sacco a pelo – servizi e doccia – donativo 10€.
Imperia Porto Maurizio a 3 km da Torrazza: Monastero Santa Chiara (F.P.) (R) – Via S. Chiara, 9 – obbligo di preavviso e di Credenziale – referente Madre Superiora – tel. +39018362762 – doccia calda – uso cucina -disponibile tutto l’anno – donativo. — Pensione S. Giuseppe (F.P.) (L) – Piazza Mons. Marello, 2 – obbligo di preavviso e di Credenziale – referente Sig. Andrea Anselmi – tel. +39018361547 – prezzo da concordare.

Distanze e punti di riferimento:

San Giovanni Andora – Passo Chiappa               km   1,800
Passo Chiappa – Antenne Parco del Ciapà         km   2,200
Antenne Parco del Ciapà – San Giovanni Cervo km   3.000
S.Giovanni Cervo – Sant.della Rovere                km   2,200
Sant. della Rovere – D.Calderina S.Giacomo      km   3,600
Diano Calderina San Giacomo – Diano Serreta   km   1,200
Diano Serreta – Diano Gorleri                               km   1,150
Diano Gorleri – San Luca                                      km   1,900
San Luca – Sacra Famiglia                                   km   1,000
Sacra Famiglia – San Giacomo Barcheto             km   1,400
San Giacomo Barcheto – Fontana Rosa              km   1,200
Fontana Rosa – Az.Vinicola                                 km   0,300
Az. Vinicola – Santuario Montegrazie                  km   3,900
Santuario Montegrazie – Caramagna                   km   3,400
Caramagna – Torazza                                          km   2,250
Totale km 30,500

Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi o proposte di miglioramento dell’itinerario scrivendo a calsilvdc@gmail.com – Grazie per il vostro aiuto.

 Le 12 tappe proposte e descritte sono state percorse negli anni dagli autori che declinano ogni responsabilità circa eventuali cambiamenti sul territorio che possono alterare quanto è stato descritto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo articolo è disponibile anche in: Italiano Inglés Francés

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi